La privacy su Facebook: principi, regole e impostazioni da adottare per non avere brutte sorprese

Scritto dalla redazione MeterWeb il 03 Feb 2014

Essere presenti su Facebook significa voler condividere parte della propria vita. Attraverso post, foto, video, commenti e così via.
Spesso, però, non vogliamo che tutto ciò sia visibile a chiunque. A volte, poi, avremo la necessità di nascondere solo ad alcuni dei nostri amici dei contenuti specifici (ad esempio una sola delle foto della nostra vacanza al mare).
Siamo sicuri di aver adottato tutte le cautele del caso, in modo che ciò che condividiamo su Facebook sia realmente raggiungibile solo da chi vogliamo?
La risposta a questa domanda non è così semplice come potreste pensare.

Gli sviluppatori di Facebook ci propongono molte possibilità di controllo sulle informazioni presenti nel nostro profilo. In pratica, però, regolare tutto a dovere, può risultare lungo e noioso.
La complessità delle impostazioni sulla privacy preoccupa i dirigenti della società, che, oltre ad aver predisposto una serie di 50 risposte alle domande più frequenti su questo argomento, negli ultimi due anni sono corsi ai ripari permettendo agli utenti di Facebook di controllare alcune opzioni di pubblicazione (legate alla privacy) per ogni singolo contenuto postato online.
Cerchiamo di capire alcuni principi fondamentali. Ciò ci può aiutare a ottenere rapidamente un controllo maggiore sulla privacy di Facebook.

COME SCEGLIERE A CHI NASCONDERE O RENDERE VISIBILE, OGNI VOLTA, UN SINGOLO CONTENUTO:

Quando pubblichiamo un contenuto, una foto ad esempio, la maggior parte di noi crede che quella foto sia visibile solo ai propri amici.

Ma è proprio così? Forse!

In realtà è possibile scegliere a chi far vedere ogni singolo post prima di pubblicarlo. 

È possibile scegliere a chi dare il permesso di visualizzare l'articolo che si sta pubblicando

Facebook ha una regola di configurazione nel box di aggiornamento di stato che permette di impostare a chi rendere visibile l'articolo che si sta pubblicando. Nella versione desktop, si trova vicino al pulsante "post". Sul cellulare, dipende dal sistema operativo del vostro smartphone.
L'impostazione "Amici" è quello che probabilmente utilizzerete la maggior parte delle volte.

Ma se si imposta su "Pubblica", tutti sul web potranno vedere l'articolo (la foto ad esempio) che avete pubblicato. Questo caso, che si potrebbe anche voler scegliere per pubblicizzare ad una platea più ampia possibile i propri interessi, potrebbe d'altro canto, essere indesiderato in molti casi. Si può, poi, impostare "solo io", in modo che sia invisibile agli altri. È anche possibile includere o escludere determinate persone.

Questo strumento è potente e sembra che quindi risolva i problemi di privacy, ma attenzione! È facilissimo sbagliarsi e pubblicare con regole che non volevamo in maniera del tutto accidentale! Questo perché qualunque regola si scelga per un post, diventa automaticamente la regola per tutti i post futuri finché non si modifica nuovamente l'impostazione.

Quindi, se si posta una bellissima foto del nostro viaggio in Sardegna e vogliamo che chiunque, anche chi non è nostro "amico facebook", la veda per condividere con tutti la meraviglia del bellissimo tramonto in spiaggia... Bisogna poi assicurarsi di restringere di nuovo agli amici o di impostare qualcosa di più restrittivo ancora, prima di mettere le foto del compleanno o qualcosa di più personale.

Se fate un errore, è possibile tornare indietro e modificare la configurazione sulla privacy di un post o cancellarlo del tutto. E se volete rendere tutti i post precedenti visualizzabili solo dai propri amici, è possibile farlo con un solo clic

Impostazioni sulla privacy di Facebook

Se si desidera condividere qualcosa solamente con gli amici più fidati, Facebook ha creato una categoria chiamata "Amici più stretti". Il modo più semplice per mettere qualcuno in questa lista è quello di andare sul suo profilo, cliccare sul pulsante Amici e quindi fare clic su "Amici più stretti". Poi, quando si sta pubblicando un post, scegliere "Amici più stretti"... in questo modo solo gli utenti di quella lista potranno vederlo.

È inoltre possibile impostare gli utenti che hanno il permesso di visualizzarvi, per ogni contenuto o informazione postata, direttamente dal vostro profilo.

LE IMPOSTAZIONI SONO CONTROLLATE DA CHI POSTA L'ARTICOLO:

Uno dei principi fondamentali di Facebook è che la persona che posta un pezzo di contenuto (aggiornamento di stato, foto, video) controlla direttamente le impostazioni di privacy su di esso. Questo è logico, ma molti sottovalutano le implicazioni che possono derivare dal configurare in modo superficiale la privacy su un social network così diffuso. Facebook, di recente, ha introdotto la possibilità di ricercare i testi e i commenti dei post pubblici. Quindi se si inserisce un commento in un post pubblico, tale commento sarà visibile a tutti e ricercabile da tutti. Attenzione a non inserire commenti dettati dalla foga o non "politically correct"!... Potreste pentirvene perchè visualizzati da chi non vorreste (un datore di lavoro, ad esempio).

Come si può sapere se un post non vostro è pubblico? Non è facile! Bisogna cercare l'icona presente accanto al post nel momento in cui esso è stato pubblicato la prima volta. Un simbolo raffigurante un globo sta a significare che il post è pubblico, un simbolo raffigurante due persone significa che è un post visibile solo agli amici.

Un argomento molto complesso è quello riguardante le foto.

Se i vostri amici pubblicano una vostra foto e vi taggano ecco che questa foto compare nel vostro profilo. Se, però, non desiderate che quella foto sia online, l'unica cosa che potete fare è toglierla dal vostro profilo, ma sarebbe ancora visibile sulla pagina Facebook di chi l'ha pubblicata, visibile ai suoi amici e a tutti gli amici che avete in comune. L'unico modo per riuscire a togliere definitivamente la foto dalle pagine di Facebook, consiste nel farla rimuovere da chi l'ha pubblicata. Potreste chiederlo direttamente a lui o potreste cliccare "Segnala / Rimuovi tag" sulla foto e chiedere a Facebook di rimuoverla.

Il lato positivo è che si ha pieno controllo su ciò che si è pubblicato personalmente, anche in passato: potreste decidere di eliminare tutte le foto con i vostri ex.

Insomma, se pubblicate voi, allora avete controllo su chi e come deve visualizzare i contenuti. Se pubblicano gli altri, sono loro che determinano chi può visualizzare i contenuti. Chi visualizza i contenuti può visualizzare le scelte di privacy fatte su quel determinato contenuto.

Ma veniamo alle note dolenti.

TUTTO QUELLO CHE FAI SU FACEBOOK PUÒ ESSERE UTILIZZATO A FINI DI MARKETING

Facebook è un social network completamente gratuito, non si paga né l'iscrizione né qualsiasi altro servizio. Sappiamo che Mark Zuckerberg (fondatore di Facebook) è milionario e che la società è quotata a Wall Street. Qualcosa non torna? Dove è il guadagno di questi signori?
Dopo anni in cui il principale obiettivo è stato quello di incrementare il numero di iscritti, ora, con la quotazione in Borsa (avvenuta un anno fa), è inevitabile che gli obiettivi dei dirigenti siano diventati i ricavi. La più grande fonte di ricavi di Facebook è la pubblicità!
Gli annunci pubblicitari su Facebook, più invasivi rispetto a qualche tempo fa, sono sempre più mirati. Ciò che si scrive o si tagga o si commenta o ancora ciò a cui viene dato il Like: tutto (ma proprio tutto) quello che si fa su Facebook è monitorato costantemente. Se vivete in una certa città e avete messo like su una ricetta a base di pesce di uno dei vostri amici, non sorprendetevi se sulla vostra pagina comparirà un annuncio pubblicitario che vi invita a provare un ristorante con specialità di pesce a pochi chilometri da casa vostra di cui non sapevate nemmeno l'esistenza.

Una categoria emergente di marketing è costituita dagli "annunci social": se un vostro amico mette un like o un commento a una pagina di un prodotto o un brand, ecco che vi comparirà un annuncio di quel prodotto, reclamizzato come consigliato dal vostro amico. Non si può evitare che Facebook utilizzi le vostre azioni e i vostri dati per il targeting marketing, ma si può evitare che le vostre azioni siano utilizzate come una sorta di consiglio per gli acquisti andando sulla pagina "Inserzioni di Facebook", e cambiando l'impostazione in "Nessuno".

QUANDO SI CONDIVIDE QUALCOSA ONLINE NON È MAI PIÙ PRIVATA, NON CI SONO REGOLE SULLA PRIVACY CHE TENGANO

Facebook cambia periodicamente le sue regole sulla privacy. Uno dei cambiamenti recenti è stata l'eliminazione della possibilità di nascondere il proprio profilo dalla ricerca. In generale, comunque, ciò che è tutelato oggi potrebbe non esserlo domani e viceversa. Ancora più importante: una volta condiviso qualcosa con altre persone si perde il controllo su quello che le altre persone potrebbero fare di quel contenuto. Mettiamo che postiate una vostro foto su Facebook e la condividiate con un vostro conoscente, e che quest'ultimo la condivida su un altro social. Nel momento in cui cambiate idea e vorreste togliere la vostra foto dal Web... bene, è semplice: non potete. La vostra foto sarà là, su Internet, e voi non ne avrete più alcun tipo di controllo.

La regola fondamentale è, per questo motivo, una sola: se una cosa è veramente privata non postatela su Facebook né su nessun altro Social Network.

 

METERWEB Web Agency | Digital Company

Per saperne di più contattaci

 

 

Letto 1839 volte Ultima modifica il Lunedì, 26 Maggio 2014 12:20
Vota questo articolo
(1 Vota)
JoomShaper

Meterweb.it usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni